setam_lastoria

La storia di Se.t.am nasce il 21 settembre 1982 e il suo lungo percorso si divide in 3 periodi.

Il periodo 1982-1985: l’avvio.
Come tutti, siamo partiti compiendo un passo fondamentale: la ricerca di una sede dove potere avviare l’attività per l’acquisizione di nuovi clienti. La scelta più originale, invece, fu la ricerca di un primo nuovo sistema computerizzato, avveniristico per l’epoca, un Olivetti BCS 2025, che da solo occupava metà ufficio.

Il periodo 1985-1999: una legge a favore.
Nel 1985 la nuova legge finanziaria introdusse una riforma fiscale (la così detta Legge Visentini) che permise, a moltissime aziende, di adottare la contabilità ordinaria, che si rivelava più conveniente. Questa riforma spinse le aziende più sensibili ad un rapporto stretto con chi le seguiva sul piano amministrativo contabile a cercare soluzioni di maggiore garanzia sul piano del servizio e della professionalità. Attenti alle innovazioni, i fondatori di Se.t.am. avevano già organizzato, fin dell’estate dell’84, un’organizzazione tecnologica attraverso i primi sistemi meccanografici a più postazioni di lavoro (Olivetti M40 e M44) collegati via cavo all’unità centrale, predisponendo di conseguenza le risorse umane mediante assunzione e formazione di 5 impiegate; il risultato fu molto brillante e si tradusse con una vera e propria esplosione dell’attività, nella città di Ravenna e nel cervese.

Il periodo dal 1999 a oggi: il consolidamento.
L’ultimo decennio è stato un periodo intenso, ricco di iniziative che hanno portato alla dimensione attuale e all’offerta di un servizio full service, da tempo sognato dai soci fondatori. Uno dei successi fu la creazione del servizio paghe di non facile realizzazione in quanto attività protetta. L’adesione alle Associazioni Unionced ed Unionlavoro permise di concretizzare la promessa. Le Associazioni mettono a disposizione un moderno servizio centralizzato delle paghe interamente online; la strada è stata spesso in salita, ma lo standard qualitativo è sicuramente molto alto.

setam_lastoria2

Un altro obiettivo fu quello di creare il nuovo servizio dichiarazioni redditi per dipendenti e pensionati (mod. 730). Grazie alla collaborazione con il CAF USPPIDAP, nel territorio ravennate Se.t.am. costituisce oggi un’entità molto consistente per volumi e tipo di servizio. L’utente del mod. 730 usufruisce di un servizio personalizzato, di alto profilo, attraverso appuntamento in luogo riservato, come avviene per i clienti imprese.

Un altro successo conseguito, più di recente, riguarda l’offerta dei servizi finanziari: prima della crisi economica di fine 2008, i finanziamenti attraverso i Confidi erano normale prassi, ma la situazione attuale del mondo economico ha stravolto il sistema.

Ai normali rapporti con i Consorzi Fidi del territorio, Se.t.am ha provveduto a creare una ulteriore sinergia con il Confidi Asvifidi Antali operante nel territorio lombardo.

Oggi gli uffici di Se.t.am. sono diventati anche sede provinciale e regionale di Asvifidi. Attraverso accordi con broker finanziari, Se.t.am. è in grado di proporre ai propri clienti l’accesso a finanziamenti personali e al consumo a condizioni particolarmente vantaggiose rispetto a quelle correnti di mercato. Per poter svolgere l’attività nel settore finanziario, Se.t.am. ha conseguito il requisito soggettivo di intermediario finanziario in capo a uno dei soci.

Questo è il racconto del passato. Il futuro di Se.t.am. è tutto da scrivere. Per realizzare “un altro buon racconto” Se.t.am è ora chiamata a realizzare uno degli obiettivi più ambiziosi: creare le premesse per il passaggio generazionale.